Edificio - LICEO SCIENTIFICO "TITO LUCREZIO CARO"

Vai ai contenuti

Menu principale:

Edificio

Il Liceo

PIANO DI EVACUAZIONE

ESTRATTO DAL PIANO DI EMERGENZA
(art. 4 e 12 D.Lgs 626/94 D.M. 10/03/1998)


Emergenza



Indice:






·        Il comportamento dell’uomo in caso di emergenza;

·        I possibili rischi;

·        Modalità operative;

·        Istruzioni di sicurezza, norme di comportamento in caso di terremoto, norme di comportamento in
        caso d’incendio

·        Tabella per le chiamate di soccorso e modulo informativo

·        Modulo di evacuazione

·        Modalità di evacuazione,incarichi ai docenti, al personale non docente e agli alunni

·        Altre modalità operative

·        Tavola illustrativa della segnaletica di salvataggio, antincendio,estintori

                                





                                                                                                      

PIANO DI EVACUAZIONE



PREMESSA




Il piano di evacuazione si deve considerare uno strumento operativo attraverso il quale possono essere studiate e pianificate le operazioni da compiere in caso di emergenza, al fine di consentire un esodo ordinato e sicuro di tutti gli occupanti di un edificio.

L’esodo, ed è questa per noi una condizione imprescrittibile, può essere realmente ordinato e sicuro solo se effettuato da persone che “ sanno cosa fare “.

Questo è possibile solo con l’informazione e la formazione di tutti gli operatori scolastici.





IL COMPORTAMENTO DELL’UOMO IN CASO DI EMERGENZA



In tutti gli edifici con alta concentrazione di persone si possono avere situazioni di emergenza che modificano le condizioni di agibilità degli spazi ed alterano comportamenti e rapporti interpersonali degli utenti. Questi comportamenti possono essere racchiusi in una parola “ PANICO “.

   Il Panico, che si manifesta attraverso paura, ansia, manifestazioni isteriche, può portare una persona a reagire in modo

   Incontrollato e irrazionale. La conseguenza è:

n       il coinvolgimento delle persone nell’ansia generale, con invocazioni di aiuto e grida:

n       l’istituto all’autodifesa con tentativi di fuga che comportano l’esclusione degli altri,anche in forme violente, con spinte, verso il luogo della salvezza ecc..

Questo piano si propone l’obiettivo di preparare gli operatori scolastici a:

n       essere preparati a situazioni di pericolo;

n       indurre un sufficiente autocontrollo per attuare comportamenti corretti;

n       saper reagire all’eccitazione collettiva.

In altre parole tende a ridurre i rischi indotti da una condizione di emergenza e facilita le operazioni di allontanamento da luoghi pericolosi.





I POSSIBILI RISCHI



La possibilità che si verifichi una situazione di pericolo che renda necessaria l’evacuazione dell’intera popolazione scolastica del Liceo Scientifico Statale “T.L. CARO” può essere, dopo un esame della presenza di rischi all’interno della scuola e della sua collocazione nel territorio, ricondotta al verificarsi dei seguenti eventi:

n       incendi che si sviluppano nei magazzini, nei laboratori, nella biblioteca

n       un terremoto

n       crolli dovuti a cedimenti strutturali

n       avviso o sospetto di ordigni esplosivi

n       inquinamenti dovuti a cause esterne, se viene accertata da parte delle autorità competenti la necessità di uscire dall’edificio piuttosto che rimanere all’interno

n       ogni altra causa che venga ritenuta pericolosa dal capo d’Istituto

E’ vietata  la sosta di autoveicoli e motocicli nelle aree non espressamente dedicate a tale uso, perché possono creare impedimenti all’esodo e/o agli interventi dei mezzi di soccorso.

 



                                                                   MODALITA’  OPERATIVE





L’AMBIENTE SCOLASTICO



Per elaborare un piano di evacuazione occorre avere ben chiaro le caratteristiche spaziali e distributive della scuola.



Alle pareti di ogni piano sono collocate le planimetrie della scuola con segnalate le aule con le classi che le occupano, le scale, le uscite di emergenza,  le vie di fuga  evidenziate queste con una linea rossa.



A cura del Responsabile della Sicurezza saranno poste nei piani  vicino ad ogni aula le planimetrie della scuola con l’indicazione dell’aula in cui si trova la classe e la via di fuga più vicina.



Saranno collocate tavole a colori con l’indicazioni della segnaletica di servizio alla fuga e agli strumenti antincendio.



ISTRUZIONI DI SICUREZZA  . NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI TERREMOTO , NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI INCENDIO

saranno distribuite in tutte le classi e le aule speciali e sarà cura del docente coordinatore della classe leggerlo a tutti gli alunni  (registrare il giorno e l’ora della lettura ) e custodito all’interno del diario di classe.





Tabella per le chiamate di soccorso  e  modulo informativo,  sarà distribuito a tutto il personale  della scuola: docenti, non docenti, e a tutti gli alunni del nostro liceo.





MODULO DI EVACUAZIONE  dovrà essere custodito all’interno del diario di classe.





MODALITA’ DI EVACUAZIONE  

INCARICHI AI DOCENTI - INCARICHI AL PERSONALE NON DOCENTE - INCARICHI  AGLI ALUNNI-





ALTRE  MODALITA’ OPERATIVE



Inizialmente gli alunni saranno familiarizzati con le modalità di abbandono dei locali con una simulazione di cui conosceranno, assieme a tutto il personale, la data.

Una seconda prova sarà effettuata senza preavviso.

Al termine di ogni esercitazione pratica le singole classi effettueranno, sotto la guida del docente con cui hanno svolto la prova, l’analisi critica dei comportamenti tenuti al fine di individuare e rettificare atteggiamenti non idonei emersi durante l’evacuazione. A questo punto tutti sapranno abbandonare l’istituto in sicurezza.

All’inizio di ogni anno occorrerà insegnare alle classi prime le modalità di evacuazione e procedere a due simulazioni

(  come del resto prescrive la legge ) così da mantenere vivo l’addestramento.

·         Addetto all’emanazione dell’ordine di evacuazione e al relativo coordinamento: Il Dirigente Scolastico , il  Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione dai rischi , il Vicepreside e Collaboratore di Presidenza. Una volta avvertito della presenza di una situazione di pericolo dunque il D.S. o un suo sostituto diramerà l’ordine di evacuazione attraverso il suono intermittente della campanella: brevi e ripetuti squilli. In caso di grave pericolo (es. incendi di grosse dimensioni, evacuazione successiva ad una scossa di terremoto ) l’ordine di evacuazione potrà essere diramato dal personale che ne viene a conoscenza. Qualora si dovesse rendere necessario comunicare l’ordine di evacuazione a voce, aula per aula, sarà cura del personale non docente assicurare tale servizio.                                                                                          

      

ISTRUZIONI DI SICUREZZA



Quelle che seguono sono delle istruzioni di sicurezza che possono ritenersi valide per ogni circostanza:





ALLA DIRAMAZIONE DELL’ALLARME  ( suono prolungato della campanella ) :



·          Mantieni la calma e rispetta i consigli dati dalle persone incaricate dell’evacuazione

·          Interrompi immediatamente ogni attività

·          Lascia tutto l’equipaggiamento  (non preoccuparti di libri, abiti o altro )

·          Incolonnati con gli altri

·          Ricordati di non spingere, non gridare e non correre

·          Segui le vie di fuga indicate

·          Raggiungi la zona di raccolta assegnata

·          Mantieni la calma





NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI TERREMOTO



Se ti trovi in luogo chiuso:

·         Mantieni la calma

·         Non precipitarti fuori

·         Resta in classe e riparati sotto il banco, sotto l’architrave della porta o vicino ai muri portanti

·         Allontanati dalle finestre, porte con vetri armadi, perché cadendo potrebbero ferirti

·         Se sei nei corridoi o nel vano delle scale rientra nella tua classe o in quella più vicina

·         Dopo il terremoto, all’ordine di evacuazione, abbandona l’edificio senza usare l’ascensore e ricongiungiti con gli altri compagni di classe nella zona di raccolta assegnata



Se sei all’aperto:

·         Allontanati dall’edificio, dagli alberi dai lampioni e dalle linee elettriche perché potrebbero cadere e ferirti.

·         Cerca un posto dove non hai nulla sopra di te; se non lo trovi cerca riparo sotto qualcosa di sicuro come una panchina

·         Non avvicinarti ad animali spaventati





NORME DI COMPORTAMENTO IN CASO DI INCENDIO



·         Se l’incendio si è sviluppato in classe, esci subito chiudendo la porta

·         Se l’incendio è fuori della tua classe ed il fumo rende impraticabile le scale e i corridoi chiudi bene la porta e cerca di sigillare le fessure con panni possibilmente bagnati

·         Apri la finestra e, senza esporti troppo, chiedi soccorso

·         Se il fumo non ti fa respirare filtra l’aria attraverso un fazzoletto, meglio se bagnato, e sdraiati sul pavimento ( il fumo tende a salire verso l’alto ).







Tale allegato sarà distribuito in tutte le classi e debitamente letto dal coordinatore di classe che annoterà l’avvenuta lettura a tutti gli alunni. Sarà inoltre allegato al diario di classe.

Sarà cura del   Responsabile  del Servizio di Prevenzione e Protezione far pervenire copia di tale allegato a tutti i coordinatori di classe.



                                             LA CHIAMATA DI SOCCORSO







                   EVENTO                                       CHI CHIAMARE                                      N.TELEFONO

_______________________________________________________________________________________

Incendio,crollo edificio,                               Vigili del fuoco                                                     115

fuga di gas,ecc.

_______________________________________________________________________________________

Ordine pubblico                                             Carabinieri                                                         112

                                                                            Polizia

_______________________________________________________________________________________



Infortunio                                                    Pronto soccorso                                                     118



_______________________________________________________________________________________















Seguire il seguente schema per fornire informazioni:



Sono……………………………………………………………………………………………………………………..

                                                                                                   (nome e qualifica )



Del Liceo Scientifico Statale Tito Lucrezio Caro

Ubicato in via Manzoni n° 53   80123 - Napoli





Telefono della scuola               081 7144396                    fax 081 649021









Nella scuola si è

Verificato…………………………………………………………………………………………………………………..





………………………………………………………………………………………………………………………………





………………………………………………………………………………………………………………………………







Sono

coinvolte…………………………………………………………………………………………………………………….

                                                                     ( indicare eventuali persone coinvolte )







                                                                                                                                  

                                                  MODULO DI EVACUAZIONE







SCUOLA        ……………………………………………………………………………………………………………………………..







CLASSE         ……………………………………………………………………………………………………………………………...







ALLIEVI PRESENTI N.

………………………………………………………………………………………………………………………………







ALLIEVI EVACUATI N.

………………………………………………………………………………………………………………………………..







°     FERITI

………………………………………………………………………………………………………………………………..



……………………………………………………………………………………………………………………………….



………………………………………………………………………………………………………………………………..







°   DISPERSI

………………………………………………………………………………………………………………………………….



………………………………………………………………………………………………………………………………….



………………………………………………………………………………………………………………………………….







ZONA DI RACCOLTA

……………………………………………………………………………………………………………………………………











° Segnalare i nominativi                                                  

                                                                              

                                              

                                                                                                         FIRMA DEL DOCENTE



                                                                               

                                                                    ………………………………………………………………………………



                                                                                                                         



                                                   MODALITA’ DI EVACUAZIONE







INCARICHI  AI DOCENTI :



Premesso che il docente avrà il compito di intervenire per eliminare situazioni critiche creatasi per il panico, dovrà :



Controllare che gli alunni apri e serra fila svolgano bene il loro compito:

Portare con se il registro di classe e il modulo di evacuazione presente nel registro di classe.



Ogni docente, una volta raggiunta la zona di raccolta, farà pervenire al Responsabile della Sicurezza  tramite i ragazzi serrafila il modulo di evacuazione compilato comunicando il numero e i nominativi dei ragazzi dispersi.  Allegato n° 3





INCARICHI AL PERSONALE NON DOCENTE :



2.       Disattivare gli impianti elettrici, gas, ecc.;

3.       Avvisare i vigili del fuoco ( Tel. 115 )

4.       Attivare gli estintori e gli idranti;

5.       Controllare che nei vari piani dell’edificio tutti gli allievi siano sfollati.





INCARICHI AGLI ALUNNI



In ogni classe saranno individuati:



Due ragazzi apri-fila con il compito di aprire le porte e guidare i compagni verso la zona di raccolta.

Due ragazzi serra-fila con il compito di assistere eventuali compagni in difficoltà e controllare che nessuno sia rimasto indietro.



I nominativi di questi ragazzi individuati saranno trascritti nel registro di classe e comunicati al docente coordinatore di classe.



Gli allievi durante l’esodo sanno che dovranno attenersi alle norme riferite dai docenti durante le lezioni e riportate nella scheda in allegato n° 2, affisso in ogni aula ovvero:



in classe, al segnale di allarme, interrompere ogni attività;

mantenere l’ordine e l’unità della classe;

tralasciare il recupero di oggetti personali ( libri, cartelle, ecc. )

disporsi in fila e tenersi collegati, appoggiando la mano sulla spalla del compagno davanti evitando grida e richiami;

camminare in modo sollecito ma senza spingere o correre.







PRIMA DELL’EVACUAZIONE I RAGAZZI DOVRANNO:





1.       Essere a conoscenza del tipo di suono della campanella che segnala l’evacuazione : tre (3) squilli prolungati;

2.       Avere chiaro il punto di raccolta a loro destinato, facilitare l’adunanza e il riscontro delle scolaresche, essere in un punto che non ostacoli l’avvicinamento all’area da parte dei mezzi di soccorso.







Appena avvertito l’ordine di evacuazione tutte le persone presenti nell’edificio dovranno immediatamente eseguirlo, per quanto possibile, la massima calma.







Gli alunni dovranno:



In classe, al segnale di allarme, interrompere ogni attività;

Mantenere l’ordine e l’unità della classe;

Tralasciare il recupero degli oggetti personali (libri,cartelle,ecc.),prendendo solo un indumento per proteggersi dal freddo eventuale;

Uscire dall’aula al seguito dei compagni apri-fila e tenersi collegati evitando grida e richiami;

Camminare in modo sollecito, ma senza spingere o correre;

Attenersi a quanto ordinato dal docente che prenderà il registro di classe e coordinerà le operazioni di evacuazione;

Raggiungere il punto di raccolta deciso preliminarmente;

Stare vicino al docente per rispondere all’appello che questi farà; non ostacolare l’avvicinamento all’edificio da parte dei mezzi di soccorso né lo svolgimento delle operazioni.

Se siete per le scale o per i corridoi, o comunque fuori dalla vostra aula, USCITE DALLE SCALE DI SICUREZZA PIU’ VICINE, aggregandovi se possibile, ad una qualsiasi classe che utilizzi tale uscita. La stessa indicazione vale anche se vi troviate nei servizi, al bar o in qualsiasi locale della scuola; non abbandonate il punto di sicurezza esterno raggiunto con la classe evacuata, anche se non siete appartenenti alla classe stessa e rimanete a disposizione dell’insegnante che vi impartirà le opportune disposizioni.

Eventuali alunni aventi difficoltà motorie verranno presi in consegna dal docente in cattedra, che si avvarrà dell’aiuto di alcuni compagni di classe.

Tale allegato dovrà essere letto da tutto il personale operante nel liceo e da tutti gli alunni  i quali potranno richiedere copia  presso la segreteria della scuola.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu