Storia - LICEO SCIENTIFICO "TITO LUCREZIO CARO"

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia

Il Liceo

Storia del Liceo Scientifico Statale
«Tito Lucrezio Caro»
in Napoli, via Manzoni, 53





Collocato nella posizione più suggestiva della città di Napoli, sulla sommità della collina di Posillipo, nome che in greco significa «Riposo dalle sofferenze», il Liceo Scientifico Statale «Tito Lucrezio Caro» (già «VII Liceo Scientifico») continua una tradizione culturale locale che risale al I secolo a.C. In questi stessi luoghi, infatti, sorgeva la scuola di  Sirone, dove il poeta Virgilio studiò la filosofia epicurea, che insegnava a liberarsi dalle sofferenze tramite un rapporto diretto con la natura. E alla tradizione epicurea di questi luoghi deve il suo nome il Liceo: Tito Lucrezio Caro compose nel I secolo a.C. un poema epico-didascalico intitolato De rerum natura («La natura»), per diffondere la filosofia epicurea, già molto in voga nel popolo, anche fra le classi dirigenti romane. Per diffondere fra i giovani la conoscenza di questo poeta e della filosofia epicurea il Liceo «Tito Lucrezio Caro» organizza ogni anno il Certamen Lucretianum, gara di traduzione di brani del De rerum natura, aperta alla partecipazione di studenti provenienti da tute le parti d’Italia.
Il Liceo è stato istituito nell’anno scolastico 1965-1966 ed ebbe come prima sede l’edificio sito in via Manzoni, 52, con succursale per le classi del biennio a Pozzuoli, in via Campana. Sono gli anni in cui la collina di Posillipo è sottoposta a una indiscriminata aggressione del cemento: con il numero di vani aumenta anche la popolazione del quartiere, che richiede ora un maggior numero di aule scolastiche. Abbandonata la succursale di Pozzuoli, troppo decentrata, viene istituita per il biennio una succursale in via Manzoni, in un edificio di proprietà dei Padri dell’Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio, detti anche «Fatebenefratelli». Con l’anno scolastico 1984-1985 il VII Liceo Scientifico viene trasferito in via Manzoni, 53, un ex ospedale di proprietà della «Tavola» valdese, dove ancor oggi si trova. L’edificio è abbastanza ampio adesso da contenere anche gli studenti della sede succursale, che viene abbandonata. Dal 1965 ad oggi si sono succeduti 9 Presidi alla direzione dell’Istituto: Greco, Lubrano, De Marinis, Vitolo, Piscopo, Bruno, Alfano, Pagano, Bencardino. Il Liceo Scientifico Statale «Tito Lucrezio Caro», con 8 sezioni e più di mille studenti, è oggi una delle più importanti istituzioni culturali della città di Napoli e una fucina della classe dirigente cittadina e nazionale.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu